Vendola Nichi

presidente Regione Puglia

Nichi Vendola è nato a Bari il 26 Agosto 1958, in una famiglia cattolica e comunista, penultimo di due fratelli e una sorella. Si è laureato in Lettere e Filosofia all’Università di Bari con una tesi su Pier Paolo Pasolini. Nel 1972 si è iscritto alla Federazione dei Giovani Comunisti, di cui è stato membro dal 1985 al 1988. Nel 1990 è entrato a far parte del Comitato Centrale del Partito Comunista Italiano. Al suo scioglimento, a caldo, scrisse “Non capisco e non mi adeguo”. È tra i fondatori del Partito della Rifondazione Comunista ed anche tra i fondatori dell’Arcigay Nazionale e promotore della Lila.

Per alcuni anni, su Liberazione, ha curato la rubrica Il dito nell’occhio. Ha scritto alcuni libri: Prima della battaglia, Soggetti smarriti, Il mondo capovolto, Lamento in morte di Carlo Giuliani, Ultimo mare. Ha recitato in un cd di musica jazz versi di Rocco Scotellaro e poi, di recente, una piccola parte in un film pugliese Focaccia blues. Ha partecipato a diverse missioni internazionali, dal Tagikistan alla Colombia, dalla Bosnia al Guatemala.

È stato eletto alla Camera dei Deputati, per la prima volta, nel 1992 e rieletto nel 1994, nel 1996 e nel 2001. Nell’XI Legislatura ha fatto parte della Commissione Cultura, Scienze ed Istruzione. Nella XII Legislatura della Commissione Giustizia ed è stato nominato Segretario della Commissione Parlamentare Antimafia, di cui nella XIII Legislatura, diventa Vicepresidente. Dal 2001 al 2005 ha fatto parte della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici, oltre che della stessa Commissione Parlamentare Antimafia.

Nel gennaio del 2005 ha vinto le primarie con cui si sceglieva il candidato del centrosinistra alle consultazioni regionali del 3 e 4 Aprile 2005, in cui poi è stato eletto Presidente della Regione Puglia. Oltre a presiedere la Giunta Regionale, ha la delega al Coordinamento della Politica Estera, ai Rapporti Istituzionali, agli Enti Locali e al Decentramento, agli Affari Legali, al Legislativo e alla Protezione Civile.

A gennaio del 2009 ha lasciato il Partito della Rifondazione Comunista e con tante e tanti ha dato vita al Movimento per la Sinistra per ricostruire una sinistra curiosa del mondo che cambia, all’altezza delle sfide del tempo presente, capace di stare nella realtà, di conoscere i territori e i luoghi di lavoro. Il 24 gennaio 2010 ha vinto le primarie con cui i cittadini pugliesi hanno scelto il candidato per il centrosinistra alle elezioni regionali di marzo. Il 29 marzo 2010 è stato rieletto Presidente della Regione Puglia. Dal 24 ottobre 2010 è il Presidente di Sinistra Ecologia Libertà.