SurvivalCamp: Il barcamp della sopravvivenza dei giornalisti

2013-04-24 10:00:00 2013-04-24 13:00:00 Europe/Rome SurvivalCamp: Il barcamp della sopravvivenza dei giornalisti #ijf13 I giornalisti precari italiani nel corso degli ultimi due anni hanno acceso i riflettori sulle loro condizioni di lavoro, sempre più drammatiche. Compensi vergognosi, leggi per l'accesso alla professione e sul finanziamento all'editoria da riformare, l'eterno dualismo tra sindacato e ordine professionale. Un anno fa il festival di Perugia si aprì con un evento dedicato ai giornalisti precari. Quest’anno si incontrano al Festival le rappresentanze di base dei coordinamenti di giornalisti precari, gli esponenti dell'Ordine dei Giornalisti e della Federazione Nazionale della Stampa. La domanda è una sola: a che punto è la salvezza di questo mestiere in Italia? Ma si vuole andare oltre al racconto delle difficoltà, nonostante la crisi economica e di settore. Cercare di raccontare la vita dei giornalisti freelance e di come questi stiano aguzzando l’ingegno e le competenze per sopravvivere nella difficoltà e forse fare meglio dei giornalisti “strutturati”. Per iscriversi clikka qui Hotel Brufani - Sala Priori - Perugia

panel discussion

10:00 - 13:00   mercoledì 24/04/2013

Hotel Brufani - Sala Priori

« torna al programma
Vittorio Pasteris
Quotidiano Piemontese
Ciro Pellegrino
Fanpage.it

I giornalisti precari italiani nel corso degli ultimi due anni hanno acceso i riflettori sulle loro condizioni di lavoro, sempre più drammatiche. Compensi vergognosi, leggi per l'accesso alla professione e sul finanziamento all'editoria da riformare, l'eterno dualismo tra sindacato e ordine professionale. Un anno fa il festival di Perugia si aprì con un evento dedicato ai giornalisti precari. Quest’anno si incontrano al Festival le rappresentanze di base dei coordinamenti di giornalisti precari, gli esponenti dell'Ordine dei Giornalisti e della Federazione Nazionale della Stampa. La domanda è una sola: a che punto è la salvezza di questo mestiere in Italia?

Ma si vuole andare oltre al racconto delle difficoltà, nonostante la crisi economica e di settore. Cercare di raccontare la vita dei giornalisti freelance e di come questi stiano aguzzando l’ingegno e le competenze per sopravvivere nella difficoltà e forse fare meglio dei giornalisti “strutturati”.

Per iscriversi clikka qui