Salute e comunicazione

2015-04-18 13:00:00 2015-04-18 14:00:00 Europe/Rome Salute e comunicazione #ijf15 La comunicazione della salute ai tempi dei social media e delle apps, la cultura digitale nella PA. I social media e le applicazioni per smartphone e tablet possono modificare il modo di comunicare e di promuovere la salute. Tramite essi, infatti, è possibile rendere più efficaci campagne di informazione per modificare errati stili di vita (che spesso sono alla base di numerose malattie ad alto impatto sociale), fornire un’informazione mirata ai cittadini e pazienti che soffrono di una specifica patologia o che sono a rischio di svilupparla, individuare tramite i loro feedback specifiche esigenze. Le istituzioni sono pronte a usare questi strumenti? Esistono rischi (legati alla salute o alla privacy) da parte dei cittadini/pazienti quando li usano? È necessaria una loro regolamentazione? Esistono evidenze che dimostrano la loro efficacia in termine di salute pubblica? Queste sono alcune delle domande a cui il panel cercherà di rispondere. A cura della Direzione Regionale Salute - Comunicazione Moderatore: Luca De Biase Sala del Dottorato - Perugia

panel discussion | in lingua italiana (senza traduzione)

13:00 - 14:00   sabato 18/04/2015

Sala del Dottorato

« torna al programma
Luca De Biase
Il Sole 24 Ore
Alessandro Lovari
Università di Sassari
Giuseppina Manuali
Regione Umbria
Catiuscia Marini
presidente Regione Umbria
Anna Masera
garante del lettore La Stampa
Lella Mazzoli
Università di Urbino
Daniela Rodorigo
direttore comunicazione Ministero della Salute
Eugenio Santoro
Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri
Francesca Sensini
web content specialist

La comunicazione della salute ai tempi dei social media e delle apps, la cultura digitale nella PA.

I social media e le applicazioni per smartphone e tablet possono modificare il modo di comunicare e di promuovere la salute. Tramite essi, infatti, è possibile rendere più efficaci campagne di informazione per modificare errati stili di vita (che spesso sono alla base di numerose malattie ad alto impatto sociale), fornire un’informazione mirata ai cittadini e pazienti che soffrono di una specifica patologia o che sono a rischio di svilupparla, individuare tramite i loro feedback specifiche esigenze. Le istituzioni sono pronte a usare questi strumenti? Esistono rischi (legati alla salute o alla privacy) da parte dei cittadini/pazienti quando li usano? È necessaria una loro regolamentazione? Esistono evidenze che dimostrano la loro efficacia in termine di salute pubblica? Queste sono alcune delle domande a cui il panel cercherà di rispondere.

A cura della Direzione Regionale Salute - Comunicazione

Moderatore: Luca De Biase