Migranti, la storia di chi fa la differenza

2017-04-6 16:30:00 2017-04-6 18:00:00 Europe/Rome Migranti, la storia di chi fa la differenza #ijf17 Il viaggio di chi traversa il Mediterraneo, rischiando di esservi inghiottito per sempre, è accompagnato da paura, disperazione, fuga da guerra e persecuzioni, terrore per la sorte di chi è rimasto indietro. E per chi arriva in Italia, superati gli stenti e sostenuti dall’istinto di sopravvivenza, l’approdo diventa solo la tappa di un’odissea ancora da concludersi. Perché poi ci si trova impaludati nel limbo della burocrazia o nell’inferno dello sfruttamento, magari circondati da un muro di retoriche ostili e xenofobe, o di semplice indifferenza. Ma c’è anche chi in questo calvario mostra il volto della speranza, mettendo la vita umana, qualunque vita, davanti a tutto. Giornalisti, fotoreporter, medici, operatori, volontari, rappresentanti delle istituzioni: testimoni di una lotta per riportare i diritti umani al centro dell’agenda politica e mediatica. Sala dei Notari - Perugia

panel discussion | in lingua italiana (senza traduzione)

16:30 - 18:00   giovedì 6/04/2017

Sala dei Notari

« torna al programma
Pietro Bartolo
medico di Lampedusa
Andrea Costa
Baobab Experience
Marina Petrillo
giornalista e scrittrice
Giulio Piscitelli
fotogiornalista
Carlotta Sami
portavoce UNHCR per il Sud Europa
Benedetta Tobagi
giornalista e scrittrice

Il viaggio di chi traversa il Mediterraneo, rischiando di esservi inghiottito per sempre, è accompagnato da paura, disperazione, fuga da guerra e persecuzioni, terrore per la sorte di chi è rimasto indietro. E per chi arriva in Italia, superati gli stenti e sostenuti dall’istinto di sopravvivenza, l’approdo diventa solo la tappa di un’odissea ancora da concludersi. Perché poi ci si trova impaludati nel limbo della burocrazia o nell’inferno dello sfruttamento, magari circondati da un muro di retoriche ostili e xenofobe, o di semplice indifferenza. Ma c’è anche chi in questo calvario mostra il volto della speranza, mettendo la vita umana, qualunque vita, davanti a tutto. Giornalisti, fotoreporter, medici, operatori, volontari, rappresentanti delle istituzioni: testimoni di una lotta per riportare i diritti umani al centro dell’agenda politica e mediatica.