#ijf18 day by day: domenica 15 aprile

15 aprile 2018

Abbiamo selezionato per voi alcuni appuntamenti della giornata e vi invitiamo a consultare il programma completo. Cliccando su +info► si accede alla scheda di ogni evento e potrete memorizzarlo nel calendario del vostro computer o smartphone.

...

10:00 – 11:00 > Hotel Brufani - Sala Priori | law-order
La nostalgia del Ventennio tra libertà d’espressione e dovere di memoria +info►
Stabilimenti balneari dove si celebra il fascismo. Turisti che visitano a frotte i luoghi mussoliniani e vi acquistano macabri memorabilia. Calciatori che, dopo aver segnato al Marzabotto, mostrano una maglia con l’aquila fascista E poi saluti romani assortiti, sedicenti studiosi che negano la Shoah, amministratori pubblici che intitolano parchi gioco a gerarchi fascisti. Nella preoccupazione di pochi e nel disinteresse di molti, la “marea nera” avanza, nemmeno troppo sotto traccia. Che cosa fa l’ordinamento italiano per arginarla? Fino a che punto, e in quale misura, è utile intervenire con la repressione penale? La libertà d’espressione deve prevalere o va invece sacrificata in nome del dovere della memoria?

10:30 – 11:30 > Sala della Vaccara | books
Dove nasce il vento. Vita di Nellie Bly, a free American girl +info►
Presentazione libro di Nicola Attadio. Con Giulia Ciarapica e Marino Sinibaldi. Si tratta di una biografia molto raccontata di una giornalista americana vissuta a cavallo tra Ottocento e Novecento. Un personaggio incredibile. Prima donna reporter sotto copertura del giornalismo americano, da Pittsburgh dove è stata scoperta da un giovane direttore del giornale cittadino approda a New York al World di Pulitzer, dove mette a segno come suo primo incarico un' inchiesta sul manicomio femminile di New York, facendosi passare per pazza. Il suo Nome è Elizabeth Cochran, ma tutti la conoscono come Nellie Bly.

10:30 – 11:45 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | panel-discussion
Quanta fiducia hanno gli italiani nell'informazione? +info►
Quanta fiducia hanno gli italiani nell'informazione? Quanta ne hanno in se stessi nella capacità di cercarla e selezionarla? E quali sono i media che vengono considerati più autentici? A questi quesiti vorremmo provare a dare qualche risposta a partire anche da una indagine dell'Osservatorio News-Italia del LaRiCA dell'Università di Urbino Carlo Bo che interroga un campione di 1000 italiani su item uguali o analoghi a quelli del Pew Research Center, con l'obiettivo di comparare le due realtà.

11:00 – 13:00 > Cinema Postmodernissimo | documentaries
Fuori fuoco +info►
Anteprima assoluta del film documentario FUORI FUOCO - durata 78' regia di: Rachid Benbrik, Erminio Colanero, Rosario Danise, Alessandro Riccardi, Slimane Tali, Thomas Fischer. Nel carcere di massima sicurezza di Terni, sei detenuti hanno girato un documentario sulla loro vita. Personalità e nazionalità diverse a confronto. Il risultato è FUORI FUOCO, un film dove nulla è stato messo in scena e la semplice verità è la dimensione più sorprendete.

11:00 – 12:00 > Sala dei Notari | in-conversation
Giornalismo e rivolta. Mezzo secolo dopo il '68. Incontro con Ferruccio de Bortoli e Paolo Flores D'Arcais +info►
Giornalismo come “censura continua sugli atti del potere” (Jules Michelet), giornalismo come sovranità dei fatti, giornalismo indipendente e giornalismo militante: dal Sessantotto è passato mezzo secolo, due generazioni, ma questi sono ancora i dilemmi cruciali di fronte a cui si trova il giornalismo, che l’irrompere del web non fa che intensificare e render ancor più ineludibili. Ne discutono l’ex direttore del Corriere della Sera e del Sole 24 Ore Ferruccio De Bortoli, e il direttore di MicroMega (e protagonista del movimento studentesco del ’68) Paolo Flores d’Arcais.

11:30 – 12:30 > Sala della Vaccara | in-conversation
Scuola, uguaglianza e democrazia +info►
La scuola pubblica, disciplinata dagli articoli 33 e 34 della Costituzione, fu concepita come uno dei pilastri della democraticità del paese, all'insegna dell'uguaglianza e del diritto allo studio. Ma a distanza di 70 anni, qual è lo stato dell'istruzione pubblica, dalla scuola dell'obbligo all'Università? Quello spirito di uguaglianza e quell'idea che il futuro si disegni a partire dai banchi di scuola, come voluto dai padri costituenti, sono rimasti solo sulla carta?

11:45 – 13:00 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | ustoo
La guerra e la forza delle donne +info►
«Hanno costruito per me una gabbia affinché la mia libertà fosse una loro concessione e ringraziassi e obbedissi. Ma io sono libera prima e dopo di loro, con loro e senza loro sono libera nella vittoria e nella sconfitta», recitano i versi di Joumana Haddad, una poetessa libanese. Nascere e crescere donna in Medio Oriente comporta dover lottare per i propri diritti e per la propria sopravvivenza anche di più che in altre parti del mondo. E di questa forza e della tenacia delle donne parla un bellissimo documentario realizzato con il supporto di Focsiv dalla giornalista e autrice televisiva Laura Aprati e dal regista Marco Bova. Ma non solo. A raccontare questa battaglia per la vita e per la libertà sono anche giornaliste e fotografe che con la loro presenza stanno cambiando il modo di rappresentare il Medio Oriente, non più solo campo di battaglia ma anche luogo di definizione dei diritti civili.

12:00 – 13:15 > Centro Servizi G. Alessi | workshop
Vintage communication skills: contro il logorio degli algoritmi moderni +info►
Prima parte a cura di Vera Gheno, che parlerà delle regole di un testo efficace. Seconda parte a cura di Bruno Mastroianni, che parlerà di regole delle relazioni con i media [con giornalisti]. Terza parte a cura di Pier Luca Santoro, che parlerà di come, a dieci anni di distanza, cambia l'approccio ai social da parte dei newsbrand e quali sono i nuovi criteri di valutazione del lavoro da svolgere.

12:00 – 13:00 > Sala dei Notari | in-conversation
L'agente del caos. Incontro con Giancarlo De Cataldo +info►
A partire dal suo ultimo libro L'agente del caos in uscita per Einaudi ad aprile, incontro con Giancarlo De Cataldo, magistrato, scrittore, sceneggiatore, autore, tra gli altri, di Romanzo Criminale, diventato prima un film e poi una serie TV su Sky. In questa intervista, condotta da Marino Sinibaldi, proveremo a scoprire i segreti di uno dei più amati maestri del noir italiano.

14:00 – 15:00 > Hotel Brufani - Sala Priori | law-order
Gogna online e diritto di informazione +info►
A distanza di oltre due cento anni dalla rivoluzione francese che la abolì, e dopo aver occupato tutti gli spazi disponibili nei media tradizionali, la gogna pubblica ha trovato nei social network nuove forme di espressione. Al posto del collare in ferro, l’inamovibilità di una informazione personale sul web; al posto della pubblica piazza, le piattaforme social; al posto di sputi, percosse e lanci di sterco, insulti, minacce e stalking online. Ma la gogna mediatica risponde veramente ad esigenze di informazione pubblica oppure è solo un modo per dar corpo all'indignazione sociale? Ed il diritto di cronaca si affievolisce davvero nel tempo (quanto?) oppure il diritto all'oblio è un privilegio di pochi?

14:30 – 15:30 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | in-conversation
Scoperta. L’Italia rinasce dalla ricerca scientifica? Incontro con Elena Cattaneo e Roberto Defez +info►
Presentazione del libro Scoperta. L’Italia rinasce dalla ricerca scientifica? (Codice Edizione, 2018) di Roberto Defez. La ricerca scientifica non è un lusso culturale, ma la più concreta opzione per dare un futuro al Paese e alle nuove generazioni, e per far tornare una parte del fiume di giovani che abbiamo formato in Italia e che possono lavorare solo all’estero. Genera occupazione qualificata, sviluppo imprenditoriale, innovazione di prodotto, ma serve anche alla sicurezza nazionale, alla tutela del territorio e dei beni culturali. Intorno si fanno strada l’antiscienza e la nostalgia di un passato durissimo e che in gran parte ignoriamo. Paghiamo il mancato rinnovamento vendendo le nostre aziende storiche. Eravamo i proprietari di piccoli ristoranti, poi ne siamo diventati i cuochi e ora semplici camerieri. Il metodo scientifico è il modo per risalire la china, per modernizzare il Paese, per compiere scelte non ideologiche in tutti i campi. Per premiare il merito e non il clan, per liberare energie e guidare il nostro futuro.

14:30 – 15:45 > Centro Servizi G. Alessi | humanitarian-crises
Notizie dimenticate: quali sono e come illuminarle +info►
Il panel si focalizzerà sugli accordi di riammissione tra Italia ed Europa ed i Paesi terzi dell’Africa, da dove derivano e come vengono usati i fondi italiani ed europei che vengono utilizzati e sulla problematica delle espulsioni collettive e rimpatri forzati. I media italiani, per diversi fattori, dedicano poco spazio a questa specifica categoria di notizie, e la sua quasi totale assenza nell'agenda dei media generalisti di notizie provenienti da alcune aree geografiche. Il risultato è che i lettori/ascoltatori/utenti ignorano spesso le ragioni di rimpatri di migranti e rifugiati il che genera una disinformazione circa le ragioni di tutto. Tale condizione influisce, ovviamente, sulla percezione dell'intero fenomeno. Il panel intende creare un ponte tra il punto di vista giuridico e quello giornalistico, per fornire una panoramica più strutturata che consenta di avere gli strumenti utili alla ricerca giornalistica e alle inchieste sul campo.

15:00 – 16:00 > Sala dei Notari | in-conversation
I fiumi d'oro della mafia: dall'Italia al resto del mondo passando per l'Europa +info►
In linea con la globalizzazione dei traffici, da anni le mafie italiane si sono internazionalizzate. L’Europa in particolare e altri continenti sono diventati un unico campo d’azione e di interazione con le altre criminalità mondiali. Paesi come la Germania, la Spagna, la Gran Bretagna, l’Olanda, il Lussemburgo e intere aree dell’Est Europa sono diventate, nel corso del tempo, centrali di riciclaggio, basi per traffici illegali e aree di transito, luoghi di protezione per latitanze, territorio di conquista per investimenti immobiliari e commerciali. Nella geografia degli interessi criminali dei clan alcuni paesi europei sono diventati fondamentali quanto e più dell’Italia. La questione è poco raccontata. Il magistrato Nicola Gratteri e il docente universitario e saggista Antonio Nicaso in un libro hanno definito la storia e geografia mondiale della 'ndrangheta. Nella serie di videoinchieste MafiEuropa di corriere.it invece la reporter Amalia De Simone mostra l'infiltrazione delle mafie italiane nei vari paesi europei.

15:30 – 17:00 > Sala del Dottorato | panel-discussion
I nuovi linguaggi del graphic journalism: dal reportage a fumetti al political comic +info►
Un dibattito sull'evoluzione del linguaggio giornalistico nell'era dell'informazione per immagini. Alla presenza di giornalisti, illustratori e graphic journalist si vuole porre l'attenzione sulle nuove forme di racconto giornalistico attraverso il disegno d'autore, focalizzando l'attenzione su temi sociali, migrazione, multiculturalità e diritti umani. Il dibattito vuole essere un'occasione di incontro interdisciplinare, dove giornalismo ed editoria illustrata dialogano nel tentativo di sperimentare oggi nuove strategie di indagine sociale e racconto comunitario.

15:30 – 17:00 > Sala della Vaccara | panel-discussion
Le persone intersex e transgender: oltre gli stereotipi +info►
Le persone intersex (o con variazioni nelle caratteristiche congenite di sesso), le persone transgender, non-binary e gender non-conforming: oltre l'interesse morboso e la medicalizzazione. Riscriviamo le narrative stereotipiche partendo dalle cattive pratiche e proponendo modi per renderle più rispettose e inclusive.

15:45 – 17:00 > Centro Servizi G. Alessi | disinformation
Political bots, disinformazione a portata di mouse +info►
Esiste un argine alla disinformazione dilagante in Rete, specie in periodo elettorale? Questo "stato delle cose" diviene questione da affrontare nel mondo dell'informazione e nella democrazia. Esiste chi, con anni di anticipo ha parlato di propaganda computazionale (political bots) - versione tecnologica della disinformazione - senza che la portata rivoluzionaria sia stata colta appieno in Italia. Intanto le bufale di Stato non sono scenari irrealizzabili. E si fa confusione tra condotte innocue dell'informazione e inquinamento programmato. Manca purtroppo una completa storicizzazione dell'argomento. Per questo motivo il talk si propone di ricostruire le tappe fondamentali dello stato della disinformazione come propaganda politica, analogica e telematica.

16:00 – 17:00 > Sala dei Notari | in-conversation
Un giorno in pretura: 30 anni di cronaca giudiziaria raccontata da un programma cult. Incontro con Roberta Petrelluzzi +info►
Incontro con Roberta Petrelluzzi, in RAI dal 1979. Inizialmente ha lavorato a programmi regionali per RAI 3. Ha poi condotto, realizzato servizi e partecipato alla realizzazione di programmi come La posta del cittadinoL’anno santoRoma città-anticittà e In pretura, precursore di Un giorno in pretura, la trasmissione che Petruzzelli conduce e dirige per RAI 3 dal 1988. Modera Antonio Sofi.

17:00 – 18:00 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | kids-academy
Come preparare al meglio genitori e bambini per il nuovo mondo tecnologico +info►
Grazie alla tecnologia, il mondo cambia molto più velocemente di qualsiasi epoca passata. Come prepararsi per questo? E come preparare i nostri figli? La maggior parte dei genitori teme le conseguenze negative che la tecnologia può avere sui bambini e non sanno come affrontare e gestire questo sconvolgimento sociale e culturale che invece sembra essere molto apprezzato dai bambini e dai giovani. L'aspetto singolare è che, nonostante queste paure, il 30% dei bambini va online già a 3-4 anni. Tra 5 e 7 anni il 87% dei bambini naviga in Internet! Ma perché noi adulti facciamo così tanta fatica a capire e accettare la passione naturale di questi bambini per la tecnologia? Perché i bambini e i giovani apprezzano così tanto il mondo dei social media e dei videogiochi? Le generazioni di bambini e di giovani di oggi e di domani hanno un grande problema: il mondo sta cambiando ad una velocità vertiginosa e con essa le esigenze e le caratteristiche non solo delle famiglie ma anche dei bambini che sono molto più sensibili, veloci, intraprendenti, sviluppano esigenze differenti e crescono secondo diversi principi rispetto al passato. Adulti e genitori sono disorientati, privati di risorse adeguate e non sanno come affrontare questo grande cambiamento.

17:00 – 18:00 > Hotel Brufani - Sala Priori | law-order
Droni e giornalismo: la carica dei 300 (grammi) +info►
I droni sono un fantastico strumento di lavoro, sia per le redazioni che per i freelance. Nonostante la progressiva riduzione dei costi, la loro diffusione ha incontrato però rilevanti problemi legati soprattutto alla normativa di settore, che pone svariati limiti. Tutto questo è cambiato, quasi d'improvviso, con la crescita esponenziale dei cosiddetti "trecentini", vale a dire i droni sotto i 300 grammi. Essi, infatti, godono di due grandi vantaggi, che li rendono ideali per l'uso giornalistico: non occorre l'attestato di pilota e, soprattutto, si può volare anche nelle città e in altri luoghi normalmente proibiti. Una ripresa in un centro abitato, o in zone prima interdette, è diventata possibile con relativa facilità, e a costi assolutamente contenuti.

17:00 – 18:15 > Centro Servizi G. Alessi | panel-discussion
Terremoto: lo stato della ricostruzione e il ruolo del giornalismo +info►
Sono trascorsi 20 mesi dai terremoti che hanno distrutto Amatrice, Arquata del Tronto e Accumoli. I temi della ricostruzione e delle grandi difficoltà che vivono migliaia di persone sono spariti dalle pagine di tutti i principali giornali italiani. La “bolla mediatica” del terremoto è svanita, eppure mai come in questo caso gli eventi sismici hanno contribuito a ridefinire e cambiare il ruolo dell’informazione, imponendo ai giornalisti nuove forme e nuovi strumenti. Agli approfondimenti – tipici della carta stampata – si sono aggiunti i reportage in tempo reale sul web. L’utilizzo degli smartphone (strumenti alla portata di tutti) ha spodestato quello delle telecamere consentendo a migliaia di cittadini (spesso colpiti in prima persona dalla tragedia) di produrre informazione, spesso di qualità: il citizen journalism, con una grande mole di contributi “dal basso” riversati sui social network, ha imposto ai giornalisti il confronto costante e quotidiano con chi vive nel “cratere”, tenendo a lungo alta l’attenzione e contribuendo fortemente ad animare polemiche e dibattiti pubblici. Tutto ciò è avvenuto in un contesto in cui – invece – l’informazione istituzionale è apparsa spesso del tutto assente.

17:30 – 19:00 > Sala dei Notari | in-conversation
Lercio vs Giobbe. Migrazioni e invasioni, tra satira e fake news +info►
Dalla raffica di notizie dichiaratamente false dello speciale tg Lercio, lette da Giobbe Covatta, al palco del Festival. Dal virtuale al live, si rinnova la collaborazione tra l'attore, Lercio e Amref. Quello di Perugia sarà un evento che pescherà la sua cifra stilistica nelle cinque puntate del telegiornale satirico, in onda sul web nel 2017, ma che presenterà delle attese novità. Notizie false che raccontavano un po’ della società in cui viviamo quelle di Lercio, media satirico italiano di news di taglio umoristico, comico e grottesco che fanno il verso agli articoli tipici della stampa sensazionalistica.

18:00 – 19:00 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | books
Vita di mafia. Amore, morte e denaro nel cuore del crimine organizzato +info►
Presentazione del libro Vita di mafia. Amore, morte e denaro nel cuore del crimine organizzato (Einaudi, 2017) di Federico Varese. M come Mafia. Dalla Russia alla Cina, dalla Grecia a Dubai. Un reportage affascinante e rigoroso che entra nel cuore pulsante delle mafie globali, scritto da un criminologo col talento del narratore.

21:00 – 22:30 > Sala dei Notari | in-conversation
Musica, teatro, televisione: tutti i mondi di Brunori Sas +info►

...