#ijf17 day by day: domenica 9 aprile

9 aprile 2017 english version

Abbiamo selezionato per voi alcuni appuntamenti della giornata e vi invitiamo a consultare il programma completo. Cliccando su +info► si accede alla scheda di ogni evento e potrete memorizzarlo nel calendario del vostro computer o smartphone.

 

...

10:00 – 11:00 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | books
Scoop +info►
Presentazione di Scoop (Feltrinelli, 2017), l'ultimo romanzo di Enrico Franceschini, corrispondente da Londra de La Repubblica. Esempio che può aiutare a capire come talvolta la narrativa sia un mezzo necessario per condurre il pubblico nella complessità del presente, cercando con lo sguardo prospettive sganciate dall'agenda mediatica.

10:00 – 11:00 > Hotel Brufani - Sala Perugino | workshop
Media, identità e diversità: l'impegno per colmare il divario di genere +info►
I media e i social network offrono realmente uno spazio per esprimere la propria diversità e una possibilità per gli altri di accettarla? Lezioni da il caso delle olimpiadi, dell'industria dei videogiochi, della politica. Organizzato in collaborazione con Geek Girl Life.

10:15 – 11:15 > Centro Servizi G. Alessi | panel-discussion
Media e Islam in Italia: tra disinformazione e nuovi orientalismi +info►
Come le giovani musulmane italiane vedono la narrazione della stampa italiana sul terrorismo e l'integrazione multiculturale? Quali sono gli errori che i mass media commettono nella narrazione del mondo musulmano e quale influenza giocano nella costruzione del discorso pubblico italiano?

11:00 – 12:00 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | panel-discussion
2017, l'Europa al bivio +info►
L’ultimo anno ha visto l’identità europea tremare dopo il referendum sulla Brexit, che ha manifestato uno scenario prima impensabile. In un’Europa a due velocità, dove la crisi ancora imperversa e minaccia la stabilità di paesi come la Grecia, quali scenari ci attendono? C’è la possibilità di ripartire dalla Brexit, costruendo un’Europa con un’identità più forte e sentita?

12:00 – 13:00 > Sala del Dottorato | panel-discussion
Il talento e il coraggio di un fotogiornalista. Storia di Andy Rocchelli +info►
Andy Rocchelli venne ucciso a 30 anni dai mortai nei pressi di Sloviansk durante un lungo bombardamento mirato. I suoi lavori avevano fatto il giro del mondo, ed era stato anche ospite dell'edizione 2014 del IJF, due settimane prima dell’omicidio. A quasi tre anni da quell' agguato, si coglie l'occasione per un tributo e per fare il punto sulle indagini: sarà presente il suo collega William Roguelon, che parlerà per la prima volta in pubblico, dopo aver dato la propria testimonianza alla Procura inquirente.

12:00 – 13:00 > Sala dei Notari | in-conversation
L’importanza dei vaccini. Come superare disinformazione e paure +info►
Nel 2015 l'Italia è stata richiamata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per il calo dei tassi vaccinali. Nonostante l'opera di divulgazione e il fact-checking sull'argomento non manchi, persistono nel nostro paese paura, diffidenze e disinformazione sui vaccini, se non addirittura vere e proprie bufale. Roberto Burioni e Andrea Grignolio affronteranno sia le motivazioni di chi si oppone ai vaccini, sia il bisogno di superarle con una corretta e comprensibile opera di divulgazione.

12:00 – 13:00 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | in-conversation
In Turchia la verità è una battaglia persa. Non lasciate che accada anche a voi +info►
Ece Temelkuran sarà intervistata da Marta Ottaviani per tentare di capire come la post verità abbia preso il posto della realtà sulla scena politica turca, a partire da 15 anni fa. Una testimonianza su come la Turchia sia cambiata negli ultimi 15 anni anche nel modo di veicolare il messaggio politico e quando ci si sia accorti che il processo era ormai irreversibile.

12:15 – 13:15 > Centro Servizi G. Alessi | panel-discussion
Spose, schiave e cospiratrici: le donne dell’Isis +info►
Per oltre due anni, una parte degli analisti ha sottolineato come Isis non attribuisse nessun ruolo operativo alle reclute di sesso femminile. Ogni paese ha i suoi esempi. Maria Giulia Sergio che ha gridato il suo odio contro gli infedeli via Skype, Meriem Rehaily che è partita dopo aver diffuso su internet una lista di bersagli. Alcune di queste donne sono morte. Altre sono tornate. E altre ancora sono state arruolate in Europa così come negli Stati Uniti.

15:00 – 16:30 > Sala del Dottorato | panel-discussion
Terremoto: come si racconta una emergenza +info►
Analisi della comunicazione sui social network e sulla stampa del terremoto del 24 agosto 2016. Come cambia il ruolo della stampa e delle istituzioni per soddisfare la richiesta di informazioni degli utenti sui social network e la verifica delle notizie.

15:00 – 16:30 > Sala dei Notari | panel-discussion
Il corpo del reato +info►
“Morti di Stato” è un'espressione che negli ultimi anni ha trovato spazio nell'opinione pubblica. Indica quei casi in cui gli abusi delle forze dell'ordine provocano la morte di chi subisce provvedimenti limitativi della libertà personale. Un calvario che riguarda ogni cittadino, perché pone al centro dell'attenzione temi come l'articolo 13 della Costituzione e l'assenza in Italia di una legge sulla tortura.

15:15 – 16:30 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | panel-discussion
Disabilità e sport, la lezione di Rio 2016: le sfide dell'informazione +info►
Un giornalismo che indaghi il sociale attraverso nuovi linguaggi multimediali, senza scadere in moralismi e stereotipi. Sofia rocks - Inviato speciale ne è un esempio. Non un progetto editoriale ma una web serie, dedicata al mondo della disabilità e articolata su due piani: quello narrativo, ovvero il punto di vista di Sofia, la giovane video blogger disabile protagonista; e quello giornalistico, che vede Sofia impegnata ad approfondire i cinque temi cardine delle puntate avvalendosi di interviste ad alcune figure professionali o persone che vivono quotidianamente la disabilità.

16:30 – 17:30 > Sala dei Notari | in-conversation
Zucchine e pomodori crescono con Mozart. Intervista con il maestro Beppe Vessicchio +info►
Giuseppe “Peppe” Vessicchio è il più celebre direttore d'orchestra di Sanremo, ma è anche un compositore e un arrangiatore che ha collaborato con mostri sacri della musica italiana. Nel suo primo libro, il saggio pop "La musica fa crescere i pomodori" (Rizzoli, 2017), ripercorre la propria vita all'insegna della musica ed esplora il connubio tra armonia e natura.

16:30 – 17:45 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | panel-discussion
Banche e giornali, segreti e bugie +info►
Perché in Italia la crisi bancaria è esplosa nelle proporzioni che vediamo senza che i giornali e la politica se ne siano accorti? In quali modi le banche possono controllare l'informazione e come i media rischiano di rimanerne assoggettati? Legami e interferenze tra banche e giornali e le loro conseguenze nella sfera pubblica.

16:30 – 17:30 > Sala del Dottorato | workshop
#Terremotocentroitalia: come attivisti, giornalisti, cittadini creano comunità +info►
Terremotocentroitalia.info: come attivisti digitali, giornalisti e cittadini possono creare comunità in rete con strumenti open source per produrre informazioni di valore e accompagnare la resilienza delle comunità in una post emergenza.

17:30 – 19:00 > Sala dei Notari | in-conversation
Wu Ming 1 e Zerocalcare: nuove frontiere del reportage +info►
Il reportage narrativo può essere considerato il genere ibrido per eccellenza, una terra di confine in cui si incontrano letteratura e giornalismo e dove cadono le barriere tra fiction e non fiction. Due esempi fra tutti sono il romanzo-inchiesta "Un viaggio che non promettiamo breve" (Einaudi, 2016) dello scrittore Wu Ming 1 e Kobane Calling (Bao Publishing, 2016) del fumettista Zerocalcare, considerata un'opera di "graphic journalism". Modera il giornalista Leonardo Bianchi e VICE Italia, testata che porta avanti un lavoro d’indagine alternando reportage sul campo, longform e articoli più brevi in cui si cercano di ricomporre i frammenti delle notizie. Tra romanzi, fumetti e inchieste online, quali sono le nuove frontiere del reportage narrativo contemporaneo?

17:45 – 19:00 > Hotel Brufani - Sala Raffaello | panel-discussion
La fine giusta, la parola giusta +info►
Biotestamento, suicidio assistito, eutanasia. Da Piergiorgio Welby a Fabo Antoniani, passando per Eluana Englaro, il corpo è diventato lo strumento di una battaglia politica che si gioca tutta sul campo dei media. E ciò che prima veniva fatto di nascosto, oggi viene deliberatamente mediatizzato perché diventi diritto di tutti.

19:00 – 20:00 > Sala dei Notari | in-conversation
Perché ciò che mangiamo può salvare la nostra vita. E il nostro mondo +info►
L’incontro-scontro tra un fiero onnivoro (Cruciani) e una vegetariana (Innocenzi), partendo dal libro di quest’ultima, Tritacarne. Perché ciò che mangiamo può salvare la nostra vita. E il nostro mondo (Rizzoli, 2017). Un’inchiesta su allevamenti e macellai del nostro paese. Qual è il reale costo del cibo che mangiamo? Siamo disposti a rinunciare ai piacere della gola, in favore di abitudini alimentari più sane?

19:30 – 20:30 > Teatro Morlacchi | in-conversation
Strategie dell’apnea: dal Tora! Tora! a X-Factor passando per Sanremo +info►
Chi usa chi nella società dello Spettacolo? E, soprattutto, che cosa sta cambiando oggi nella società? Quanto contano ancora i media tradizionali? È possibile riuscire a veicolare un messaggio diverso attraverso la tv generalista? Un incontro con Manuel Agnelli, cantante degli Afterhours, che più di ogni altro artista nel suo genere cerca di portare avanti una lotta contro "l'autoghettizzazione" del proprio ambiente musicale.

20:30 – 22:30 > Sala dei Notari | in-conversation
#maratonamentana +info►
21:30 – 23:00 > Teatro Morlacchi | theatre-shows
La lingua misteriosa dei binari: i treni tra musica, letteratura, giornalismo +info►
La lingua misteriosa dei binari - I treni tra musica, letteratura e giornalismo. Canzoni di Simona Bondanza, al piano Alessandro Collina. Letture di Stefania Chiale. Il viaggio più affascinante è un viaggio antico, graduale, privato e sociale insieme: il viaggio in treno. Beppe Severgnini ha un nome per tutto questo: la terapia dei binari. A Perugia racconterà come i treni abbiano attraversato la musica, la letteratura, il giornalismo. Protagonisti silenziosi, in corsa col loro carico prezioso: donne e uomini, idee e sogni. Organizzato e sponsorizzato da Ferrovie dello Stato Italiane.

...