Siria, guerra civile o guerra mediatica?

2013-04-27 14:00:00 2013-04-27 15:30:00 Europe/Rome Siria, guerra civile o guerra mediatica? #ijf13 Quando gli attivisti si sostituiscono ai giornalisti e producono le notizie, i professionisti dell’informazione cosa devono fare? Il drammatico conflitto in atto in Siria è una guerra che si combatte su due campi, quello militare e quello mediatico. Il problema per reperire informazioni di prima mano o direttamente sul campo, è che tutto ciò che riguarda il reale ed effettivo svolgimento dei fatti viene filtrato da una fitta rete informativa, fonti più o meno certificate, che molto spesso si basano su testimonianze o video messi in rete da persone che hanno interesse a dare la propria versione dei fatti. Un’anomalia dovuta al fatto che il governo siriano non ammette la presenza di media indipendenti nel Paese. Centro Servizi G. Alessi - Perugia

panel discussion

14:00 - 15:30   sabato 27/04/2013

Centro Servizi G. Alessi

« torna al programma
Susan Dabbous
giornalista freelance
Aya Homsi
attivista
Ruth Sherlock
The Daily Telegraph
Paul Wood
BBC News

Quando gli attivisti si sostituiscono ai giornalisti e producono le notizie, i professionisti dell’informazione cosa devono fare?

Il drammatico conflitto in atto in Siria è una guerra che si combatte su due campi, quello militare e quello mediatico. Il problema per reperire informazioni di prima mano o direttamente sul campo, è che tutto ciò che riguarda il reale ed effettivo svolgimento dei fatti viene filtrato da una fitta rete informativa, fonti più o meno certificate, che molto spesso si basano su testimonianze o video messi in rete da persone che hanno interesse a dare la propria versione dei fatti. Un’anomalia dovuta al fatto che il governo siriano non ammette la presenza di media indipendenti nel Paese.