La libertà di informazione nel sud-est Europa

2017-04-5 15:45:00 2017-04-5 17:15:00 Europe/Rome La libertà di informazione nel sud-est Europa #ijf17 Nei primi due mesi del 2017, l’organizzazione con base a Vienna South East Europe Media Organisation (SEEMO) ha pubblicato più di 35 lettere di reazione e relative a violazioni della libertà di stampa nella regione SEEMO. Censura forte da parte degli stati, auto-censura, pressioni da parte degli inserzionisti, intimidazioni, minacce, attacchi fisici, giornalisti in prigione, protezione della polizia per i giornalisti, ma anche pressioni da parte di uomini d’affari, politici e gruppi religiosi sono parte della vita quotidiana di un giornalista nell’Europea sudorientale e centrale. Gli speaker sarannoZrinka Vrabec Mojzes, editor del settimanale Nacional, che è famoso per aver rivelato la corruzione in Croazia, Besar Likmeta, un giornalista investigativo albanese attaccato da un parlamentare albanese durante un’intervista, e l’ucraina Anna Babinets, che ha partecipato come giornalista in un’indagine nota come gli YanukovychLeaks, e anche al progetto dei Panama Papers. Barbara Fabro del CEI (Iniziativa Centro Europea) si concentrerà sul sostegno al giornalismo investigativo nell’Europa centrale, orientale e sudorientale. Moderatore: Oliver Vujovic di SEEMO. Organizzato in collaborazione con SEEMO e CEI.   Hotel Brufani - Sala Raffaello - Perugia

panel discussion | con traduzione simultanea in inglese/italiano

15:45 - 17:15   mercoledì 5/04/2017

Hotel Brufani - Sala Raffaello

« torna al programma
Anna Babinets
direttrice OCCRP Ucraina
Barbara Fabro
Iniziativa Centro Europea
Besar Likmeta
direttore BIRN Albania
Oliver Vujovic
segretario generale SEEMO

Nei primi due mesi del 2017, l’organizzazione con base a Vienna South East Europe Media Organisation (SEEMO) ha pubblicato più di 35 lettere di reazione e relative a violazioni della libertà di stampa nella regione SEEMO. Censura forte da parte degli stati, auto-censura, pressioni da parte degli inserzionisti, intimidazioni, minacce, attacchi fisici, giornalisti in prigione, protezione della polizia per i giornalisti, ma anche pressioni da parte di uomini d’affari, politici e gruppi religiosi sono parte della vita quotidiana di un giornalista nell’Europea sudorientale e centrale.

Gli speaker sarannoZrinka Vrabec Mojzes, editor del settimanale Nacional, che è famoso per aver rivelato la corruzione in Croazia, Besar Likmeta, un giornalista investigativo albanese attaccato da un parlamentare albanese durante un’intervista, e l’ucraina Anna Babinets, che ha partecipato come giornalista in un’indagine nota come gli YanukovychLeaks, e anche al progetto dei Panama Papers. Barbara Fabro del CEI (Iniziativa Centro Europea) si concentrerà sul sostegno al giornalismo investigativo nell’Europa centrale, orientale e sudorientale. Moderatore: Oliver Vujovic di SEEMO.

Organizzato in collaborazione con SEEMO e CEI.