Claudio Martelli

lookout.tv

Claudio Martelli è un politico, giornalista e conduttore televisivo italiano. Nel 2010 ha avviato il progetto di una web tv, Lookout, dedicata alle relazioni tra italiani e stranieri, creando due redazioni miste di rifugiati, immigrati, seconde generazioni e giovani italiani a Milano e a Roma. Laureato in filosofia, ha lavorato come assistente all'Università di Milano. Durante il periodo universitario aderisce all'unificazione socialista, conoscendo Craxi e legandosi alla compagine autonomista del PSI, impegnandosi in un lungo tirocinio politico. Nel 1976 lascia il mondo accademico quando Craxi, divenuto segretario del PSI, lo chiama a Roma. Deputato nel collegio di Mantova e Cremona, ricopre la responsabilità nazionale della cultura, dell'informazione e dello spettacolo. Negli anni è stato Vicepresidente del Consiglio dei Ministri nel Governo Andreotti e Ministro di Grazia e Giustizia. Come Ministro ha varato Legge Martelli sull'immigrazione e sull'asilo politico, ha chiama accanto a sé Giovanni Falcone e si è impegnato nella lotta alla mafia. Candidato in piena tangentopoli ad assumere la guida del PSI, raggiunto da un avviso di garanzia nel febbraio del 1993, si dimette da Ministro della Giustizia, lascia l'impegno politico e affronta le vertenze giudiziarie. Nel 1998 è chiamato dal Ministro della Solidarietà Sociale Livia Turco a far parte della Commissione per le politiche di integrazione degli immigrati e della Consulta degli immigrati, in qualità di Consigliere del Ministro, incarico che abbandona quando il governo D'Alema rinuncia alla nuova legge sulla cittadinanza che deve abolire lo "ius sanguinis" e riconoscere il diritto di voto agli immigrati regolari nelle elezioni locali. Nel 1999 è eletto europarlamentare nello SDI, che lascia nel 2000 per aderire al Nuovo PSI, di cui diventa portavoce. In seguito si affianca ai radicali di Emma Bonino e con loro chiede l'adesione al gruppo dei Liberali Democratici e Riformatori europei (ELDR). Nel 2005 ha abbandonato definitivamente la politica. Nello stesso anno ha iniziato a collaborare con le reti Mediaset, dove inizialmente cura per Canale 5 gli speciali di Claudo Martelli racconta, dedicati alle figure più significative della storia italiana più recente, Giovanni Falcone e Walter Tobagi, e temi di varia attualità. Negli anni conduce e realizza varie trasmissioni, tra cui il talk show L’incudineFlash back e Il libro della Repubblica, short documentary sulla storia e i contenuti della Costituzione italiana. Ha lavorato anche in radio, conducendo per Radio 2 Alle 8 della sera e Quell’estate del ‘92.