Gli avvocati stanno uccidendo il giornalismo investigativo?

2012-04-27 11:00:00 2012-04-27 12:30:00 Europe/Rome Gli avvocati stanno uccidendo il giornalismo investigativo? #ijf12 Gli avvocati stanno uccidendo il giornalismo investigativo? Un tempo il giornalismo investigativo doveva temere "solo" la violenza fisica dei militari o del crimine organizzato. Questi pericoli rimangono, ma oggi sono affiancati da uomini in giacca e cravatta - gli avvocati - che minacciano l'abilità di un giornalista nello scoprire il malaffare. Azioni legali sovvenzionate per scoraggiare e reprimere investigazioni sono infatti in grado di raffreddare le iniziative dei giornalisti e dei loro editori, togliendo di mezzo storie di pubblico interesse. Dietro la maschera della privacy da proteggere, nel mondo i "poteri forti" tentano di ridurre al silenzio i giornalisti. Hotel Brufani - Sala Raffaello - Perugia

panel discussion

11:00 - 12:30   venerdì 27/04/2012

Hotel Brufani - Sala Raffaello

« torna al programma
Clive Edwards
dir. esecutivo attualità BBC
John Kampfner
direttore Index on Censorship
Marco Lillo
co-fondatore il Fatto Quotidiano
Richard Lindley
giornalista e scrittore
Guido Scorza
Istituto per le Politiche dell'Innovazione

Gli avvocati stanno uccidendo il giornalismo investigativo?

Un tempo il giornalismo investigativo doveva temere "solo" la violenza fisica dei militari o del crimine organizzato. Questi pericoli rimangono, ma oggi sono affiancati da uomini in giacca e cravatta - gli avvocati - che minacciano l'abilità di un giornalista nello scoprire il malaffare. Azioni legali sovvenzionate per scoraggiare e reprimere investigazioni sono infatti in grado di raffreddare le iniziative dei giornalisti e dei loro editori, togliendo di mezzo storie di pubblico interesse. Dietro la maschera della privacy da proteggere, nel mondo i "poteri forti" tentano di ridurre al silenzio i giornalisti.