La reputazione nell’era dei social network e delle tecnologie esponenziali. Tutela, violazioni e diritti.

Dopo aver effettuato un breve distinguo tra i vari diritti della personalità, l'intervento analizzerà i casi in cui il diritto alla reputazione, quale diritto autonomo, può essere compresso in ragione del diritto di cronaca e della libertà di stampa, senza incorrere nella diffamazione. Saranno, quindi, illustrati i limiti che l'attività giornalistica può incontrare nel momento in cui questa leda la reputazione di un soggetto. Da ultimo saranno, infine, indicati i rimedi garantiti dall'ordinamento e dalla tecnologia a tutela del diritto alla reputazione.

Organizzato in collaborazione con le Cattedre di “Informatica Giuridica”, “Informatica Giuridica Avanzata” e i Corsi di Perfezionamento in “Investigazioni Digitali” e in “Data Protection” dell’Università degli Studi di Milano (Prof. Giovanni Ziccardi – Prof. Pierluigi Perri).