La guerra e la forza delle donne

2018-04-15 11:45:00 2018-04-15 13:00:00 Europe/Rome La guerra e la forza delle donne #ijf18 «Hanno costruito per me una gabbia affinché la mia libertà fosse una loro concessione e ringraziassi e obbedissi. Ma io sono libera prima e dopo di loro, con loro e senza loro sono libera nella vittoria e nella sconfitta», recitano i versi di Joumana Haddad, una poetessa libanese. Nascere e crescere donna in Medio Oriente comporta dover lottare per i propri diritti e per la propria sopravvivenza anche di più che in altre parti del mondo. E di questa forza e della tenacia delle donne parla un bellissimo documentario realizzato con il supporto di Focsiv dalla giornalista e autrice televisiva Laura Aprati e dal regista Marco Bova. Ma non solo. A raccontare questa battaglia per la vita e per la libertà sono anche giornaliste e fotografe che con la loro presenza stanno cambiando il modo di rappresentare il Medio Oriente, non più solo campo di battaglia ma anche luogo di definizione dei diritti civili. Hotel Brufani - Sala Raffaello - Perugia

#UsToo | in lingua italiana (senza traduzione)

11:45 - 13:00   domenica 15/04/2018

Hotel Brufani - Sala Raffaello

« torna al programma
Laura Aprati
giornalista e documentarista
Marco Bova
giornalista e documentarista
Sara Manisera
giornalista freelance
Arianna Pagani
photografa freelance
Marta Serafini
Corriere della Sera

«Hanno costruito per me una gabbia affinché la mia libertà fosse una loro concessione e ringraziassi e obbedissi. Ma io sono libera prima e dopo di loro, con loro e senza loro sono libera nella vittoria e nella sconfitta», recitano i versi di Joumana Haddad, una poetessa libanese. Nascere e crescere donna in Medio Oriente comporta dover lottare per i propri diritti e per la propria sopravvivenza anche di più che in altre parti del mondo. E di questa forza e della tenacia delle donne parla un bellissimo documentario realizzato con il supporto di Focsiv dalla giornalista e autrice televisiva Laura Aprati e dal regista Marco Bova. Ma non solo. A raccontare questa battaglia per la vita e per la libertà sono anche giornaliste e fotografe che con la loro presenza stanno cambiando il modo di rappresentare il Medio Oriente, non più solo campo di battaglia ma anche luogo di definizione dei diritti civili.










Fotografie