2019-04-4 10:00:00 2019-04-4 11:00:00 Europe/Rome Presentazione del libro Democracy hacked: how technology is destabilising global politics (2018) di Martin Moore. Modera Mathew Ingram. Nello spazio di un ciclo elettorale, governi autoritari, élite economiche e gruppi di hacker hanno capito come giocare con le elezioni, come bypassare il processo democratico e rendere i social network un campo di battaglia. Facebook, Google e Twitter - dove ora ha luogo la nostra politica - hanno perso il controllo e stanno lottando per recuperarlo. Preparati a una nuova forma di democrazia. Un mondo di cittadini informatizzati, sorveglianza in tempo reale, benessere forzato e pre-crimine. Dove cambiare piattaforma mobile avrà un impatto maggiore sulla tua vita rispetto a un cambio di governo. Dove libertà e privacy sono viste come incmpatibili con il benessere sociale e la trasparenza obbligatoria. Mentre le nostre vite migrano online, siamo diventati sempre più vulnerabili alle piattaforme digitali fondate sulla vendita della nostra attenzione al miglior offerente. Le nostre leggi non coprono ciò che sta accadendo, e i nostri politici non lo capiscono. Ma se non cambiamo il sistema ora, potremmo non avere un'altra possibilità.       Sala Brugnoli, Palazzo Cesaroni - Perugia

Presentazione del libro Democracy hacked: how technology is destabilising global politics (2018) di Martin Moore. Modera Mathew Ingram.

Nello spazio di un ciclo elettorale, governi autoritari, élite economiche e gruppi di hacker hanno capito come giocare con le elezioni, come bypassare il processo democratico e rendere i social network un campo di battaglia. Facebook, Google e Twitter - dove ora ha luogo la nostra politica - hanno perso il controllo e stanno lottando per recuperarlo.

Preparati a una nuova forma di democrazia. Un mondo di cittadini informatizzati, sorveglianza in tempo reale, benessere forzato e pre-crimine. Dove cambiare piattaforma mobile avrà un impatto maggiore sulla tua vita rispetto a un cambio di governo. Dove libertà e privacy sono viste come incmpatibili con il benessere sociale e la trasparenza obbligatoria.

Mentre le nostre vite migrano online, siamo diventati sempre più vulnerabili alle piattaforme digitali fondate sulla vendita della nostra attenzione al miglior offerente. Le nostre leggi non coprono ciò che sta accadendo, e i nostri politici non lo capiscono. Ma se non cambiamo il sistema ora, potremmo non avere un'altra possibilità.