"Non esiste un futuro scritto ineluttabile; il futuro lo scriviamo tutti i giorni con le nostre azioni. L’essere umano ha le capacità di cambiare le cose. L’importante è coltivare sempre il senso di meraviglia, la capacità di stupirsi, di scoprire il meraviglioso che ci circonda, dentro di noi e in ciò che siamo."

Piero Angela

Le parole che Piero Angela ha pubblicato nel suo libro postumo La Meraviglia del Tutto (Mondadori, 2024), sono frutto di un dialogo decennale sui massimi sistemi con il suo storico collaboratore Massimo Polidoro, scrittore, divulgatore scientifico e appassionato di pseudoscienze.

"Bisogna sempre essere curiosi e continuare a porsi domande", diceva Piero Angela, giornalista e divulgatore che non ha mai smesso di rispondere con rigore scientifico ai grandi quesiti dell’esistenza umana: da dove veniamo con l’astrofisica, com’è nata la vita con la biochimica, com’è apparso l’uomo con la paleoantropologia; a che cosa è dovuta la grande varietà delle forme viventi, biologia evolutiva; cosa c’è nella materia, la fisica delle particelle; come funziona il cervello, neurofisiologia, perché gli individui sono tutti diversi, genetica; cosa sono le emozioni, psicobiologia.

Per la prima volta, in questo libro scritto a quattro mani con il suo fidato collaboratore, Piero Angela risponde al di là delle teorie scientifiche, ma secondo ciò che ha capito di questo lungo viaggio che è la vita: quello che gli ha lasciato e quali sono le emozioni che ha provato. Massimo Polidoro lo racconta live a #ijf24, condividendo la preziosa eredità del pensiero di Angela in dialogo con Silvia Bencivelli, giornalista e comunicatrice scientifica, autrice, tra l’altro, del recente libro Eroica, folle e visionaria. Storie di medicina spericolata (Bollati Boringhieri)."