Arte, grafica e nuovi media: aggirare la censura e aprire nuove porte al giornalismo in Medio Oriente

2018-04-14 14:00:00 2018-04-14 15:15:00 Europe/Rome Arte, grafica e nuovi media: aggirare la censura e aprire nuove porte al giornalismo in Medio Oriente #ijf18 Il mondo arabo sta cambiando, così come i suoi media e il suo pubblico. Un titolo accattivante non è più in grado di catturare gli occhi del lettore indaffarato. Le nostre solite storie e inchieste hanno scarse possibilità di essere lette stando agli impegni dei nostri lettori. E sì, possiamo sostenere che la Primavera Araba abbia fallito in molte aree, ma non nei media e nelle arti creative. Fuori dall'oscurità e dal fallimento sono nate tecniche innovative per sfidare la censura e catturare l'attenzione dei lettori annoiati e scettici. Saggi fotografici, caricature, film in stop motion e molte forme creative di giornalismo che sfidano il lettore e il giornalista. Gli ultimi anni hanno visto un enorme cambiamento nella qualità dei creativi e dei nuovi media nel Medio Oriente. Sala della Vaccara - Perugia

panel discussion | in lingua inglese (senza traduzione)

14:00 - 15:15   sabato 14/04/2018

Sala della Vaccara

« torna al programma
Lina Attalah
cofondatrice e direttrice Mada Masr
Lina El Wardani
Ahram Online
Peter Snowdon
Università di Leiden
Farah Wael
cofondatrice Medina

Il mondo arabo sta cambiando, così come i suoi media e il suo pubblico. Un titolo accattivante non è più in grado di catturare gli occhi del lettore indaffarato. Le nostre solite storie e inchieste hanno scarse possibilità di essere lette stando agli impegni dei nostri lettori.

E sì, possiamo sostenere che la Primavera Araba abbia fallito in molte aree, ma non nei media e nelle arti creative. Fuori dall'oscurità e dal fallimento sono nate tecniche innovative per sfidare la censura e catturare l'attenzione dei lettori annoiati e scettici. Saggi fotografici, caricature, film in stop motion e molte forme creative di giornalismo che sfidano il lettore e il giornalista. Gli ultimi anni hanno visto un enorme cambiamento nella qualità dei creativi e dei nuovi media nel Medio Oriente.










Fotografie