Conversazioni pericolose: intervistare criminali e persone violente

2018-04-14 09:30:00 2018-04-14 10:45:00 Europe/Rome Conversazioni pericolose: intervistare criminali e persone violente #ijf18 Conversazioni pericolose: come mantenerti al sicuro insieme alle tue fonti quando intervisti criminali, paramilitari e altri soggetti con trascorsi violenti. Con l'avanzare degli autoritarismi, il quotidiano proliferare dell'hate speech e i legami più stretti tra funzionari e criminali, aumentano i rischi per una cerchia sempre più ampia di giornalisti. Ma cosa dovrebbero tenere a mente i giornalisti quando parlano con persone potenzialmente pericolose? Questa sessione, ospitata dal Dart Center, esaminerà gli approcci di sicurezza di base e approfondirà le regole di conversazione che i giornalisti dovrebbero impiegare quando parlano con fonti abituate a ricorrere a intimidazioni e violenze. Gli speaker, esperti nel coprire l'estremismo, la violenza paramilitare e il crimine organizzato, parleranno anche di come evitare di essere manipolati e perché comprendere meglio le passate esperienze traumatiche di chi ha compiuto crimini è una parte fondamentale del lavoro. Organizzato in collaborazione con Dart Center. Sala San Francesco - Perugia

panel discussion | in lingua inglese (senza traduzione)

09:30 - 10:45   sabato 14/04/2018

Sala San Francesco

« torna al programma
Susan McKay
giornalista e scrittrice
Gavin Rees
direttore Dart Centre Europe
Drew Sullivan
cofondatore e direttore OCCRP

Conversazioni pericolose: come mantenerti al sicuro insieme alle tue fonti quando intervisti criminali, paramilitari e altri soggetti con trascorsi violenti.

Con l'avanzare degli autoritarismi, il quotidiano proliferare dell'hate speech e i legami più stretti tra funzionari e criminali, aumentano i rischi per una cerchia sempre più ampia di giornalisti. Ma cosa dovrebbero tenere a mente i giornalisti quando parlano con persone potenzialmente pericolose?

Questa sessione, ospitata dal Dart Center, esaminerà gli approcci di sicurezza di base e approfondirà le regole di conversazione che i giornalisti dovrebbero impiegare quando parlano con fonti abituate a ricorrere a intimidazioni e violenze. Gli speaker, esperti nel coprire l'estremismo, la violenza paramilitare e il crimine organizzato, parleranno anche di come evitare di essere manipolati e perché comprendere meglio le passate esperienze traumatiche di chi ha compiuto crimini è una parte fondamentale del lavoro.

Organizzato in collaborazione con Dart Center.










Fotografie