Khadija Ismayilova

OCCRP (via Skype)

Khadija Ismayilova conduce un popolare programma sull'Azerbaigian per Radio Free Europe/Radio Liberty. Ha lavorato come giornalista investigativa per l'Organized Crime and Corruption Reporting Project, per cui ha seguito il malaffare della famiglia del presidente Aliyev, al potere in Azerbaigian, prima di essere arrestata nel dicembre 2014. Nel settembre 2015 è stata condannata a sette anni di prigione, ma grazie alla sua determinazione e alla mobilitazione di colleghi e attivisti per i diritti umani è stata rilasciata dopo un appello alla Corte Suprema del paese, nel maggio 2016. In precedenza aveva già subito episodi di persecuzioni, tra cui il ricatto tramite una telecamera nascosta nella sua camera da letto: quando Ismaylova rifiutò di sottostare al ricatto, il video che la riprendeva in intimità insieme al fidanzato fu distribuito nella primavera del 2012.

Tra i riconoscimenti per il suo lavoro, il Premio della Fondazione Zeit e quello dell'International Women's Media Foundation (2012), il Global Shining Award (2013), il PEN America per la libertà di stampa (2015), e il Premio UNESCO-Guillermo Cano (2016).

IJF 2017

Khadija Ismayilova ha partecipato a questi eventi:

14:00 - 15:00  giovedì 6 aprile 2017
Sala del Dottorato
Attiviste in prima linea per la libertà di espressione