Lelio Bonaccorso

fumettista

Lelio Bonaccorso è fumettista, illustratore e insegnante presso la Scuola del Fumetto di Palermo e di Messina. Realizza insieme allo sceneggiatore Marco Rizzo, Peppino Impastato un giullare contro la mafia (BeccoGiallo), Gli ultimi giorni di Marco Pantani (Rizzoli Lizard), Primo (Edizioni BD), Que Viva el Che Guevara (BeccoGiallo), Gli Arancini di Montalbano di Camilleri (Gazzetta dello Sport), La mafia spiegata ai bambini (Beccogiallo). Nel 2012 collabora con Marvel e DComics/Vertigo e per il Festival internazionale del fumetto di Lione rappresenta l'Italia in Webtrip. Tra il 2013 e il 2017 pubblica inoltre Jan Karski l'uomo che scoprì l'Olocausto (Rizzoli Lizard), 419 Africa Mafia (Ankama Editions), L’immigrazione spiegata ai bambini (Beccogiallo), The Passenger (Tunué), l’edizione 2016 del calendario per Caffè Barbera, Sinai (Beccogiallo). Attualmente collabora con Ed. Glénat, Bonelli, Disney, Feltrinelli, Pearson. Ha pubblicato per quotidiani come il Corriere della Sera (La Lettura), Gazzetta dello Sport, L’Unità, Wired. I suoi lavori sono stati pubblicati oltreché in Italia anche in: Spagna, Francia, Germania, Olanda, Belgio, Usa, Canada, America Latina, Polonia.

Lelio Bonaccorso partecipa a questi eventi:

15:30 - 17:00  domenica 15 aprile 2018
Sala del Dottorato
I nuovi linguaggi del graphic journalism: dal reportage a fumetti al political comic