Anwar al-Bunni

avvocato diritti umani

Anwar al-Bunni è un avvocato siriano specializzato nei diritti umani. Era a capo del centro di formazione per i diritti umani finanziato dall'Unione Europea in Siria (Centro per le Ricerche e gli Studi Legali), chiuso dopo l'arresto nel 2006 di al-Bunni, a seguito della sua sottoscrizione della Dichiarazione di Beirut e Damasco per la riforma democratica. Nel 2007 è stato condannato a cinque anni di reclusione per "aver diffuso notizie false o distorte che potrebbero indebolire il morale della nazione, essersi affiliato a un'associazione politica non accreditata di carattere internazionale, e aver screditato le istituzioni pubbliche e mantenuto contatti con una paese straniero". Amnesty International lo ha nominato prigioniero di coscienza, mentre l'allora Presidente degli Stati Uniti George W Bush durante un discorso lo ha nominato in quanto prigioniero politico ingiustamente incarcerato dalla Siria. Dopo la liberazione, nel 2011, ha continuato a lavorare come avvocato, fuggendo nel 2014 dal paese. Ora vive in Germania, dove lavora per desecretare i file dei crimini di guerra in Siria.

Nel 2008 ha ricevuto il Front Line Award, mentre l'anno seguente in Germania ha ricevuto lo Human Rights Award.

Video